Casa Bianca Noto, quando una dimora significa rinascita

Alla Casa Bianca, questa splendida residenza di charme sulle colline di Noto, si arriva per gradi.
Come in una scala di emozioni, un intimo piacere si insinua nel cuore del visitatore innanzitutto superando le prime dolci curve che tagliano morbide la collina su cui si trova questo luogo, davvero a pochi minuti dal centro barocco di Noto.

E’ bianco, verde, azzurro. Il verde variopinto della vegetazione, l’azzurro leggero del cielo, l’abbagliante chiarore dei muretti. Tutto è una armonia senza pari.
Il biancore di questa casa abbaglia, i suoi gazebi, le sue terrazze, si compenetrano nel paesaggio, fondendosi ed abbracciandosi.
Il secondo passo è l’arrivo al patio, che pare quasi disegnato dalla mano di un grande architetto che d’un colpo solo abbia creato il paesaggio e vi abbia incastonato a perfezione questa dimora.
Si sperimenta, così, davvero la perdita della parola, perché la mente fatica a memorizzare ed elaborare tanta bellezza così completa, armonizzata, concentrata.
Allacciata prospetticamente al patio, una piscina infinity si apre sulla vallata che scende giù sino al mare, verso le ultime propaggini di questa Sicilia tanto bella da non parer vera.
Le linee d’arredo sono essenziali, nulla è superfluo, ma tutto invita a chiudere gli occhi per rilassarsi tra le braccia di questa splendida terra e di questa splendida casa che ne interpreta lo spirito autentico.
La residenza è concepita come uno spazio libero, aperto verso il paesaggio. Niente muri, niente ostacoli: ampie vetrate dialogano costantemente col paesaggio. Non è una casa chiusa in sè, ma la casa di chi si apre verso l’esterno, sfidando la vulnerabilità, nella consapevolezza che solo osservazione e conoscenza – siano essi spazi, paesaggi o umanità – arricchiscono davvero l’animo.
Ecco qui il verde di antichi ulivi, lì quello di superbe vallate che digradano armoniosamente verso il mare. Il cuore è naturalmente invitato ad aprirsi, tra i vialetti del giardino zen, lungo i sentieri che fiancheggiano gli alberi, nel silenzio ovattato.
Proprio come trovarsi dentro un quadro, circondati da panorama immenso e costantemente invitati al relax.
Pochi elementi d’arredo, ma sapientemente scelti, rafforzano il concetto di semplicità. Essenzialità e buongusto riflettono, dentro e fuori, l’identità di chi questo spazio ha concepito.
Scoprite così Chantal, e la sua storia affascinante di rinascita, la storia cioè di questa ex fotomodella che, dalla Francia, dopo aver a lungo curiosato in giro per il mondo al seguito di un marito sempre in viaggio, ha eletto qui il suo luogo dell’anima, ritrovando – se vogliamo – se stessa, spogliandosi di convenzioni e strutture, “liberandosi” finalmente.
Il segreto di questo luogo è che la casa, e le camere, non sono state progettate per i turisti. Chantal, dopo un lungo e faticoso restauro durato quasi due anni, ha realizzato una vera e propria dimora estiva per la famiglia, per marito e figli. Così ogni camera ha il proprio dressing con bagno annesso. addirittura, sdraiati a letto, dalle comode porte-vetrate, potrete assaporare questo angolo di Sicilia incontaminato.
Infine, una sera, a bordo piscina, mirando il tramonto sulle luci di Portopalo, consumata l’ultima goccia saporita di questo successo personale, Chantal ha deciso di aprire la casa gli ospiti.
Invitati anch’essi a perdersi in tanta bellezza.
Perché la vita è cosi, a volte per ritrovarsi bisogna potersi perdere.


Testi a cura di: Valdinoto Team






RESTA IN CONTATTO!

Iscriviti alla Newsletter


Non perdere le novità e gli eventi
del Val di Noto.

Iscriviti