DonnaRaffa, quando l’amore è più forte del destino

Valentina ci accoglie con un sorriso generoso di quelli che ti fanno sentire subito a tuo agio. Da quando ha dovuto prendere in mano le redini dell’azienda di famiglia non ha un minuto di sosta: i vigneti da seguire, la raccolta delle mandorle, le degustazioni…e poi le figlie e il marito da coccolare…

Ma per fortuna c’è suo fratello Gianpaolo che da un anno la guida da lassù insieme ai suoi antenati. Come la trisnonna Pasqualina che nei primi anni del ‘900 gestiva la casa cantoniera che si trova proprio lì vicino sulla strada che da Noto raggiunge Pachino.  Qui si fermavano per una notte i contadini diretti ai mercati di Siracusa e Catania, con i loro tipici carretti siciliani carichi di prodotti della terra, non prima di essersi rifocillati ben bene con un abbondante piatto di fagioli accompagnati da  un buon bicchiere di vino che sin da allora producevano i vigneti di questo lembo di terra. Oppure come il nonno Paolino che Gianpaolo seguiva come un’ombra tra i vigneti curioso di imparare tutti i segreti per ottenere il vino più buono.

Ci piace immaginarli così, tutti insieme mentre passeggiano a braccetto tra le vigne, controllando qua e là quel grappolo così sorprendentemente generoso o quel filare da sfogliare ancora di più in vista della vendemmia. E’ questo il vero senso della famiglia dalla quale Valentina, donna timida e dolce, ha trovato l’energia per continuare il sogno di suo fratello.

“Non avrei immaginato che questa sarebbe stata la mia storia, ma è quella che il destino mi ha messo tra le mani” ci racconta mentre tiene sui polpastrelli delicati un grappolo di uve Nero d’Avola prossimo alla vendemmia. “Ma l’amore è più forte della paura di sbagliare” – continua – “Se ho iniziato questa avventura lo devo a mio fratello Gianpaolo, alla sua tenacia, alla sua passione per questa terra. Le nostre rispettive figlie avranno il loro nome sulle bottiglie del nostro vino biologico, come desiderava lui”.

Si avvicina la signora Sebastiana, la mamma di Valentina e Gianpaolo. Ha un passo elegante e un viso affascinante, che ricorda quello delle ex modelle di riviste patinate. Anche se da giovane faceva la sarta, è una donna che in realtà conosce bene la vita di campagna. Ha in  mano un cesto di limoni appena colti. “Prendeteli, sono biologici. Con questi viene fuori una granita buonissima”. Si comprende all’istante che è lei la vera DonnaRaffa, che accompagna Valentina, la sostiene e la aiuta. Più tardi conosciamo tutto il resto della famiglia Raffa-Mazzone, il papà Giovanni che segue con Valentina i vigneti e le altre coltivazioni dell’azienda e lo zio Pino che ci racconta simpatici aneddoti di famiglia . Chiacchierando sotto un maestoso albero di carrubo, accompagnati da un ottimo calice di vino, si comprende che questa è una bella famiglia, di quelle dove si respira aria di condivisione, e che in fondo anche Gianpaolo è qui seduto con noi all’ombra del secolare carrubo a sorseggiare il “suo” vino.


Written by: Valdinoto Team